Chi era Marco Turci, il ragazzo a cui viene intitolato l’omonimo memorial?

Marco Turci era un giovane mirandolese appassionato di motori che il 26 febbraio 2004 morì in modo prematuro mentre era alla guida della sua Maserati 2.24v.

Il modo in cui Marco morì suscitò nel paese e tra gli amici sentimenti così contrastanti che si decise di creare un appuntamento annuale per ricordare Marco e dare modo a chi come Lui aveva la passione per i motori di potersi incontrare, stare assieme e creare nuove amicizie.

Ringraziamo innanzitutto la famiglia Turci per l’aiuto e la partecipazione che hanno sempre dimostrato attraverso questa iniziativa e secondariamente tutti gli Amici che in questi anni hanno partecipato alle varie edizioni del Memorial decretandone il successo.

Il Memorial Marco Turci non è una competizione e nemmeno un’incontro mondano ma è semplicemente un weekend in cui persone con la passione per i motori animate da sani principi, primo tra tutti l’Amicizia, si ritrovano per stare in compagnia divertendosi in tutta sicurezza con le proprie vetture in un clima di cordialità e goliardia, valorizzando la cultura e la tipicità della buona tavola del nostro territorio, come era nello stile di Marco che tanto a noi manca.
Le prime tre edizioni sono state monomarca Maserati e dal 2007 si è deciso di inserire anche altre Marche Italiane quali DeTomaso e Lamborghini per dare modo alle tante persone conosciute in questi anni di poter partecipare all’evento.

Nel 2008 e nel 2009 il raduno è stato aperto a tutti i possessori di GT Italiane e straniere, comprese le auto da competizione, quali Formula 1 e DTM.

Nel 2010 e nel 2011 per problemi familiari è stato possibile organizzare solo due concerti sinfonici e organistici a ricordo di Marco.

Nel 2012 a seguito degli eventi sismici che hanno colpito Mirandola e il suo comprensorio abbiamo deciso di riprendere la manifestazione e nel 2012/2013 l’evento si è svolto tra Mirandola e l’autodromo di Modena.

Dal 2014 si parte con una nuova formula improntata su tanti eventi monomarca all’interno dell’unica grande manifestazione dove ogni Marchio avrà i propri spazi espositivi dedicati; inoltre partiremo con il tour delle zone terremotate 2012 per dare visibilità alle nostre zone che ancora soffrono per le ferite aperte del sisma.

Vogliamo anche precisare che la Manifestazione, non promuove raccolte fondi di nessun genere a nome proprio o per terzi, ma ha come unico scopo la creazione di un evento incentrato sulla città di Mirandola, che porti benefici in termini economici  e di visibilità, a tutto l’indotto cittadino, grazie ai numerosi giorni in cui i partecipanti, provenienti da varie parti d’Italia e dall’estero,  restano stabilmente presenti in zona, facendo lavorare tutte le attività di settore correlate, senza favoritismi o altro, cercando cosi, di tenere vivo il messaggio, che a distanza di anni dal sisma del 2012, qui i problemi sono ancora quelli di allora, e purtroppo , per tanti anni a venire, dovremo conviverci, e non vogliamo essere dimenticati.

Anche un semplice Raduno di auto come il nostro , può servire a questo, ad aiutare una città che tanta di rialzarsi dopo l’ennesimo cataclisma che l’ha colpita nella sua lunga e travagliata storia, e se questo può diventare realtà grazie al ricordo di un Amico, allora avanti cosi, con sempre più passione e impegno per non dimenticare chi ha fatto parte del cammino della vita assieme a noi, e non essere dimenticati.

Senza-titolo-1

 

Who was Marco Turci, the boy who is called the memorial of the same name?

Marco Turci was a young Mirandola motor enthusiast who February 26, 2004 died prematurely while he was driving his Maserati 2.24v.

The way that Mark died in the country and aroused mixed feelings among friends so they decided to create an annual event to remember Marco and give way to those who like him had a passion for engines to meet, get together and create new friendships .

First of all thank the Turci family for their help and participation that have always shown through this initiative and secondly all the friends who in recent years have taken part in various editions of the Memorial decreeing the success.

The Memorial Marco Turci is not a competition nor a meeting mundane but it is simply a weekend in which people with a passion for animated motors sound principles, the first of the Friendship, find themselves to be in fun safely company with their cars in an atmosphere of cordiality and student spirit, valuing the culture and uniqueness of good food of our territory, as it was in the style of Mark that much we lack.
The first three editions were single brand Maserati and in 2007 it was decided to include also other Italian brands such as Lamborghini and DeTomaso to give way to the many people I met over the years to be able to attend the event.

In 2008 and 2009, the meeting was open to all owners of GT Italian and foreign, including auto racing, such as Formula 1 and DTM.

In 2010 and 2011 for family problems it has only been possible to organize two symphony concerts and organ in memory of Marco.

In 2012, following the earthquake that hit Mirandola and its area we decided to resume the event and in 2012/2013 the event took place between Mirandola and the Autodromo di Modena.

From 2014, we start with a new formula imprinted on many flagship events within the one great event where every brand will have its own dedicated exhibition spaces; also we start with the tour of the quake-hit areas in 2012 to give visibility to our areas that still suffer from the open wounds of the earthquake.

We also want to point out that the Manifestation, not promote fundraising of any kind on their own behalf or for third, but has the sole purpose of creating an event centered on the town of Mirandola, who bring benefits in terms of cost and visibility to the whole ‘induced citizen, thanks to the many days when participants from various parts of Italy and abroad, remain permanently in the area, doing work all related sector activities, without favoritism or other, looking like that, to keep I live the message, that after many years since the earthquake of 2012, the problems here are still those of that time, and unfortunately, for many years to come, we will have to live with it, and we do not want to be forgotten.

Even a simple drive rally like ours, can serve this, to help a city that so much to get up after yet another cataclysm that hit in its long and troubled history, and if this can become a reality thanks to the memory of a Friend, then on like this, with more and more passion and commitment to not forget who has served on the journey of life with us, and not to be forgotten.

articolo1

articolo4articolo6

 

articolo2

 

articolo3

 

articolo5